MAMP (Macintosh Apache MySql Php) da qualche anno è disponibile anche per Windows, sempre in due versioni: gratuita e a pagamento, tra le due, in questo articolo verrà presa in esame la versione gratuita per MacOS.
Tutte le modifiche descritte di seguito sono state eseguite su un MacBook 13″ con OS X 10.14, BBedit 12.1.6 e MAMP 5.1

Istallazione di MAMP
Si scarica il pacchetto da https://www.mamp.info/en/ si accetta la licenza, (dopo averla letta) la destinazione è obbligata nella cartella Applicazioni, se si sposta o si posiziona in altra cartella MAMP non funziona.

  • Giunti alla voce “Tipo installazione” selezionare il pulsante “Ad hoc”
  • deselezionare MAMP PRO click su “Installa”
  • inserire username e password per consentire l’installazione

deselezionato MAMP PRO

Per default, MAMP usa la cartella htdocs come “document root” e localhost al posto di 127.0.0.1; la porta 8888 per il web e 8889 per MySql: la scelta di usare valori così alti è per non interferire con eventuali installazioni di sistema di Apache e MySQL.

MAMP nella cartella Applicazioni

Doppio click su MAMP per avviare il server e altri servizi

Pannello di MAMP

Attraverso il pulsante Open WebStart page si giunge ad una pagina web dove è possible accedere a PhpMyAdmin attraverso la voce TOOLS
Nota: Nella “home page” di MAMP, si possono recuperare parametri di connessione a MySQL e altre informazioni utili.

Pagina iniziale di MAMP

Personalmente preferisco avere le porte di default e vedere la url di sviluppo in questo modo:

http://127.0.0.1/ e non http://127.0.0.1:8888/ o http://localhost:8888/ (There's No Place Like 127.0.0.1) :-)
Impostando 80 per Apache e 3306 per MySQL, ogni volta che si fa partire MAMP si deve digitare la password di amministrazione per abilitare l’uso di queste due porte utilizzate dai processi di sistema.

Verifica
Per verificare che MAMP funzioni correttamente, si crea una file di nome test.php PHP con all'interno una funzione per vedere il mese e l’anno attuali <?php echo date('F, Y') ?>

file test.php

Risultato della funzione nel browser

Adesso tutto è pronto per fare i primi esperimenti con PHP e MySQL.

Per chi non ha tempo di fare modifiche a MAMP consiglio MAMP PRO, per una spesa di circa 59 euro si possono avere più versioni di PHP, DNS dinamici, configurazione SMTP, SSL, una serie di servizi specifici per WordPress e tanto altro, operativi in 5 minuti, con un ambiente di sviluppo perfetto. Di seguito la tabella di comparazione: https://www.mamp.info/en/comparison-matrix/

Nei prossimi articoli vedremo come fare configurazioni personalizzate, modificare la versione di PHP, e fare velocemente il backup dei database di MySQL.

Seconda parte di Web Server su OS X 10.14 con MAMP

Terza parte di Web Server su OS X 10.14 con MAMP